Archivi

Fabiana’s Change.How Group Psychotherapy Works

Bulletin of Australian Association of Group Psychotherapists. 18, 42-50

Abstract
What innovations does Group Psychotherapy bring? What are its main therapeutic elements?
I will try to answer these questions by considering the story of Fabiana, a patient in one of my therapeutic groups

Articolo in pdf
fabiana-s-change-how-group-psychotherapy-works

What to Observe in a Group

In K Richards e B. Smith (a cura di) Proceedings of the Second International Adventure Therapy Conference, University of Ausburg, 2000

Abstract
The objectives I have set myself in this paper are to give a general idea of what a group therapist with a psychoanalytic approach observes in a therapeutic group, and to examine two areas of observation that I retain essential to my work.  Different points to consider in group psychotherapy will be discussed.  These include individuals, inter-personal relationships, interactions between individuals and a central object, and trans-personal phenomena.   This paper will hopefully stimulate constructive dialogue between a group therapist with a psychoanalytic formation and colleagues who practice Adventure therapy, without neglecting the different theoretical standpoints that divide us

Articolo in pdf
what-to-observe-in-a-group

Introduzione alla edizione italiana. In Harwood, I. e Pines M.(a cura di), Esperienze del Sé nel gruppo(in collaborazione con R. Girelli)

Borla, Roma, 2000, pp. 5-11

Abstract
Nel testo si sottolinea come i contributi degli autori del libro forniscano una articolata prospettiva sugli sviluppi della psicoterapia di gruppo basata sugli approcci della psicologia del Sé.
Viene messa in rilievo l’utilità clinica di alcuni concetti della psicologia del Sé applicati al setting di gruppo; in particolare: il Sé di gruppo, la relazione di oggetto-Sé, i sistemi motivazionali

Articolo in pdf
introduzione-alla-edizione-italiana-in-harwood-i-e-pines-m-esperienze-del-se-nel-gruppo

Idillio, depersonalizzazione, integrazione. Un percorso tra memoria e trasformazione

Psiche, VIII, 2, 223-235

Abstract
Nella pratica psicoanalitica non è raro che il paziente viva, anche se in forma lieve, crisi di depersonalizzazione che segnalano una rottura, l’ingresso improvviso di qualcosa che non è stato rimosso, ma accantonato. Può essere un modo per proteggersi da una situazione difficile, quindi una difesa, ma può anche essere un momento evolutivo. In questo secondo caso, una rottura nella continuità della vita e nella coerenza dell’immagine di sé spingono la persona a integrare nella personalità aspetti nuovi

Articolo in pdf
idillio-depersonalizzazione-integrazione-un-percorso-tra-memoria-e-trasformazione