Archivi tag: Depersonalizzazione

Idillio, depersonalizzazione, integrazione. Un percorso tra memoria e trasformazione

Psiche, VIII, 2, 223-235

Abstract
Nella pratica psicoanalitica non è raro che il paziente viva, anche se in forma lieve, crisi di depersonalizzazione che segnalano una rottura, l’ingresso improvviso di qualcosa che non è stato rimosso, ma accantonato. Può essere un modo per proteggersi da una situazione difficile, quindi una difesa, ma può anche essere un momento evolutivo. In questo secondo caso, una rottura nella continuità della vita e nella coerenza dell’immagine di sé spingono la persona a integrare nella personalità aspetti nuovi

Articolo in pdf
idillio-depersonalizzazione-integrazione-un-percorso-tra-memoria-e-trasformazione

Psicoanalisi e gruppo

In G. Berti Ceroni e A. Correale (a cura di), Psicoanalisi e psichiatria, Raffaello Cortina, Milano, 1999

Abstract
Nel testo sono descritte alcune delle caratteristiche che definiscono il setting di gruppo, in particolare:

  • il concetto di campo multipersonale, creato dagli individui che fanno parte del gruppo e da cui sono a loro volta influenzati e condizionati
  • gli stati mentali condivisi, derivanti da una momentanea e lieve depersonalizzazione (fantasia di essere tutt’uno) che rende possibile una prima compartecipazione emotiva
  • la funzione di oggetto-Sé del gruppo

Articolo in pdf
psicoanalisi-e-gruppo

Crisi della presenza e mitologhema

Seminario di ricerca e dottorato Les modèles de l’anthropologie, Università Lumière Lyon 2, 5 marzo 1998

Abstract
De Martino parla di crisi della presenza in un gruppo per indicare momenti in cui questo non è in grado di operare come soggetto collettivo capace di pensiero e i suoi membri non riescono a mantenersi presenti a ciò che sta accadendo. Alla crisi della presenza fa seguito un processo di trasformazione e ristrutturazione dell’identità dei partecipanti, attraverso la creazione di narrazioni e miti che consentono di dare forma ai vissuti caotici sperimentati nella fase di crisi, Il mitologhema è il primo frammento di una narrazione mitica relativa alla crisi di una comunità e al suo superamento

Articolo in pdf
crisi-della-presenza-e-mitologhema

L’approccio bioniano al piccolo gruppo ad orientamento psicoanalitico

Psicobiettivo, 5, 1986, pp. 11-18 (in collaborazione con A.Correale)

Abstract
In particolare, vengono individuati due meccanismi (Oscillazioni G↔I, Polarizzazioni G↔I e I↔G) e un’operatore dinamico (Operazioni G↔I). Ogni meccanismo corrisponde – oltre che ad una certa disposizione del campo gruppale – anche ad una specifica forma di relazione intrapsichica

Articolo in PDF
l-approccio-bioniano-al-piccolo-gruppo-ad-orientamento-psicoanalitico

Rappresentazione, costruzione, interpretazione nel gruppo

Gruppo e Funzione Analitica, I, 1, 1979, pp.31-51

Abstract
Questo contributo utilizza il modello “culla di spago” precedentemente descritto per evidenziare le trasformazioni del gruppo che passa da una paralizzante condizione di depersonalizzazione (gruppo in assunto di base) ad una situazione in cui gli individui-membri sono in grado di cooperare (gruppo di lavoro).
Le fasi considerate sono, in sequenza:
a) i membri uscendo dal loro isolamento si trovano immersi in una neoformata “entità gruppale”, indistinto prolungamento delle loro sensazioni depersonalizzative;
b) emerge una iniziale “figura” e l’attenzione dei membri converge su di essa, mentre altri elementi minuti vanno sullo sfondo;
c) la “figura” che i membri hanno individuato consente loro di risignificare l’intera rete di relazioni

Articolo in PDF
rappresentazione-costruzione-interpretazione-nel-gruppo

Il corpo nella relazione tra gruppo e individuo

A.A.V.V., Il gruppo come situazione operativa per lo psicologo, Ed Centro Ricerche di Gruppo, Roma, 1976

Abstract
Anche per questo contributo valgono le considerazioni generali esposte nei riassunti 21, 22, 23.
Il tema specifico è la interrelazione tra depersonalizzazione degli individui-membri e il delinearsi dei fenomeni del gruppo-massa. Il racconto utilizzato come illustrazione di tali fenomeni è quello del Golem nella versione di A.M.Ripellino in Praga Magica (vedi anche riassunto 74).

Articolo in PDF
corpo-nella-relazione-gruppo-individuo

Definizione dell’immagine del “Sé” nell’esperienza del t-group

Rivista di Psichiatria, X, 6, 1975, pp. 577-582

Abstract
Tema specifico di questo contributo, analogamente ad altri dello stesso periodo (sintesi n. 7, 13, 14, 15), è la stabilità dell’apprendimento nel T-group, in cui spesso i partecipanti sperimentano un forte impatto emotivo, ma in cui si rivelano anche attese e soluzioni magiche.
Nel T-group l’individuo è portato fuori dal suo ambiente, con conseguente perdita di sicurezza e in parte dell’immagine del proprio Sé. In queste condizioni è possibile riconoscere anche la motivazione della dipendenza-controdipendenza e le aspettative magiche nei confronti dello staff

Articolo in PDF
definizione-dell-immagine-del-Se-nell-esperienza-del-t-group