Archivi tag: Gruppo esperienziale

Il “Gruppo esperienziale” nel corso di laurea in Psicologia: utilizzazione dei testi letterari

Funzione analitica e formazione alla psicoterapia di gruppo(a cura di E B.Croce), Borla, Roma, 1985, pp. 171-176 (in collaborazione con M. Longo e P. Cupelloni)

Abstract
Questo contributo – strutturato secondo i moduli dell’intervista – è dedicato ad un riesame delle ipotesi bioniane relative al piccolo gruppo a finalità analitica.

Articolo in PDF
il-gruppo-esperienziale-nel-corso-di-laurea-in-psicologia-utilizzazione-dei-testi-letterari

Il “Gruppo esperienziale” nel corso di laurea in Psicologia: riflessione sul modello e sulla sua utilizzazione

Funzione analitica e formazione alla psicoterapia di gruppo(a cura di E B.Croce), Borla, Roma, 1985, pp. 163-169(in collaborazione con M. Longo)

Abstract
Nella parte conclusiva dello scritto si rileva come lo «stato gruppale nascente» rappresenti un crocevia fondamentale. A partire da tale condizione, infatti, il gruppo può avviarsi verso una situazione di paralisi, vuoto e impossibilità di sviluppo, o al contrario verso 1’acquisizione di capacità trasformative dell’esperienza

Articolo in PDF
il-gruppo-esperienziale-nel-corso-di-laurea-in-psicologia-riflessione-sul-modello-e-sulla-sua-utilizzazione

Il “Gruppo esperienziale” nel corso di laurea in Psicologia: Nascita ed evoluzione del modello

Funzione analitica e formazione alla psicoterapia di gruppo (a cura di E.B. Croce), Borla, Roma, 1985, pp. 153-161 (in collaborazione con M.Longo)

Abstract
Delineato l’ambito del discorso, gli autori propongono una definizione della nozione di «stato gruppale nascente»

Articolo in PDF
il-gruppo-esperienziale-nel-corso-di-laurea-in-psicologia-nascita-ed-evoluzione-del-modello

Nota preliminare sul gruppo esperienziale nel corso di laurea in psicologia

Atti del II Convegno della divisione clinica della S.LPs., Bulzoni – Roma, 1984, pp. 251-256 (in collaborazione con A.Gentili)

Abstract
Prendendo spunto da alcune note di P.Valery, vengono esaminate le complesse relazioni che si instaurano nell’ambito del capire e dell’immaginare. Si sottolinea come, nella situazione psicoanalitica, il «capire» sottenda: a) un rapporto tra l’analizzando e ciò che cerca di esprimere; b) un legame tra l’analista e l’analizzando; c) una terza relazione tra 1’analista e «quanto è all’origine» dei tentativi di espressione dell’analizzando

Articolo in PDF
nota-preliminare-sul-gruppo-esperienziale-nel-corso-di-laurea-in-psicologia