Archivi tag: Identità

I sogni di Fabiana

Neri, C. (2005), I sogni di Fabiana, in Neri, C., Pines, M., Friedman, R. (a cura di), I sogni nella psicoterapia di gruppo, Borla, Roma, 180-193.

Sommario 
I sogni di Fabiana marcano i momenti essenziali della ricerca dell’identità: mostrano lo stato del Sé e i progressi nel processo di guarigione di una paziente di un gruppo terapeutico.

Articolo in pdf
i-sogni-di-fabiana

Psicoanalisi e antropologia

Neri, C. (2006), Psicoanalisi e Antropologia, in A. Lombardozzi, Figure del dialogo tra antropologia e psicoanalisi, Borla, Roma, 165-191.

Abstract
Il libro di Lombardozzi è una ricerca teorica sull’area di intersezione tra Psicoanalisi e Antropologia. Vengono affrontati i temi dell’identità, del mascheramento del sé, dell’identificazione, del conflitto tra istanze psichiche, citando i contributi di Freud, Kohut, Winnicott, Klein e di antrologi come Frazer, Tylor e Morgan: è in questo momento che il concetto di Identità si connette a quello di Cultura.

Articolo in pdf
psicoanalisi-e-antropologia

Genius Loci; Una funzione del gruppo analoga a quella delle divinità tutelari di un luogo

Koinos. Gruppo e Funzione Analitica, anno XIV, n. 1-2

AbstractNella prima parte del testo si definiscono gli elementi che costituiscono il campo condiviso dai membri del gruppo, da cui dipende il senso di appartenenza e la delimitazione dei confini. Viene poi analizzata la figura del Genius loci, la persona che svolge funzioni fondamentali per la vita affettiva e di pensiero del gruppo, in particolare: preservare l’identità e l’armonia del gruppo, orientarne lo sviluppo e assicurarne la continuità affettiva nei momenti di cambiamento e trasformazione

Articolo in PDF
genius-loci-una-funzione-del-gruppo-analoga-a-quella-delle-divinita-tutelari-di-un-luogo

L’identità gruppale

Koinos – Gruppo e Funzione Analitica, XIII, 2, 1992 (Intervista a cura di S. Marinelli)

Abstract
L’intervista apre il numero monotematico della rivista Koinos – Gruppo e Funzione Analitica dedicato al tema dell’identità. In particolare, vengono esaminati i criteri che differenziano la trasformazione dell’identità nel corso di un’analisi di gruppo e di un’analisi nel setting tradizionale (duale)

Articolo in PDF
l-identità-gruppale

Fusionalità – Scritti di psicoanalisi clinica

Borla, Roma, 1990, pp. 171 (in collaborazione con L. Pallier, G. Petacchi, G.C. Soavi, R. Tagliacozzo

Abstract
Il libro è dedicato all’esplorazione di una fantasia costantemente presente nella situazione clinica, sia duale che di gruppo.
La «fusione» può essere immaginata con oggetti esterni o con oggetti interni, può essere cosciente o inconscia e rifiutata, può assumere carattere difensivo nei confronti di emozioni  e sentimenti spiacevoli (quali invidia o abbandono), ma può anche essere considerata come la realizzazione di un modo dell’essere sufficiente a se stessi. L’aspettativa fusionale frustrata può condurre a gravi patologie.
La ricerca su questo tema è proseguita per più di quindici anni e le ipotesi avanzate trovano appoggio in un ampio materiale clinico.
Alcuni contenuti del volume sono stati anticipati in precedenti pubblicazioni (Uno spazio diverso per il concetto di fusionalità 1985; Contenimento fusionale e relazione contenitore-contenuto, 1985; Dal rifiuto all’accettazione nell’analisi degli adulti, 1989; Keep Alive, 1989); il libro presenta però una nuova sintesi e tutti i testi sono stati rivisti e aggiornati. (Vedi i riassunti n. 55-56-80-81).

La pubblicazione in libreria